Radio Bocconi - Blog

Blog

Valentina Parisse è una cantautrice nata a Roma e con un trascorso in Canada, dove si è trasferita a 18 anni e dove scrive quello che sarebbe poi diventato il suo album d’esordio: Vagabond. Nel 2012 Valentina pubblica Don’t Stop, brano dei Fleetwood Mac diventato colonna sonora dello spot Eni Gas e Luce. Contemporaneamente Valentina collabora come autrice con importanti artisti italiani tra i quali Renato Zero. Il 2014 la vede per la prima volta proporre al pubblico il duo primo singolo in italiano, “Sarà bellissimo”. 

Blog

La conferenza stampa che si tiene a gennaio all’interno del Casinò di Sanremo è sicuramente uno dei momenti più attesi dagli addetti ai lavori e dagli amanti del Festival di Sanremo, in quanto rappresenta il momento in cui, tra le varie novità, vengono resi noti i nomi dei conduttori. Per il suo secondo festival, il direttore artistico Claudio Baglioni ha scelto due grandi personaggi della comicità italiana: saranno Virginia Raffaele e Claudio Bisio a presentare la sessantanovesima edizione del festival della canzone italiana, in programma al teatro Ariston di Sanremo dal 5 al 9 febbraio.

I due nomi non hanno tuttavia suscitato alcuna reazione da parte dei giornalisti presenti in sala o dai numerosi seguaci dell’hashtag #Sanremo2019 (primo in tendenza su Twitter ancor prima dell’inizio della conferenza): le voci di corridoio in merito alla conduzione, che vedevano in buona posizione anche Vanessa Incontrada, erano, infatti, state confermate da notizie e fonti ufficiali già qualche giorno fa.

Blog

È una delle giovani promesse del nuovo genere che si sta affermando nel panorama musicale italiano con in nome di Street-Pop e ieri sera si è esibito al circolo Ohibò di Milano facendo ballare tutti, fan e non. Di chi stiamo parlando? Federico de Nicola, meglio conosciuto con lo pseudonimo di Masamasa, giovane ragazzo casertano che ha già fatto molto parlare di se quando a inizio anno ha raggiunto con i suoi singoli “Friendly” e “Contento” la top 5 della playlist “Viral 50 Italia” su Spotify.

Blog

In una fredda e piovosa giornata d’autunno ci siamo fatti scaldare dalla musica di giovani artisti emergenti, ospiti dell’evento Music Hub tenutosi in un piccolo locale milanese.

Blog

All’evento dell’INRI (Il Nuovo Rumore Italiano) sponsorizzato dalla Levi’s all’Apollo Club era presente al completo il lineup dell’etichetta: all’appello rispondono La Badante, Diva, gli Egokid, Lemandorle e gli attesissimi Ex-Otago.
In questo locale dall’illuminazione soffusa e l’aspetto accogliente (al suo interno si possono trovare, oltre al palco e il bar, videogiochi arcade, tavoli da biliardo e ping pong per prendersi un break dalla musica) incontriamo i primi artisti durante il soundcheck.

Labadante apre la serata con un ambizioso djset ma la sua identità rimane celata sotto la sua emblematica maschera: anche per questo motivo non riusciamo ad intervistare l’artista ma i suoi pezzi hanno fatto saltare tutto l’Apollo per la prima parte dell’evento.

Blog

“Io faccio un po’ di tutto. Infatti, il mio genere non è il rap o il cantautorato, è Jesto, non saprei come altro descrivertelo”. Così il rapper romano ha definito la sua musica ai microfoni di Radio Bocconi giovedì scorso, poche ore prima del suo concerto all’Alcatraz di Milano.

Una serata magica, per alcuni iniziata molte ore prima. Infatti, i fan cominciano ad accamparsi davanti all’entrata del locale già nella mattinata. Il concerto all’Alcatraz deve iniziare alle 21:30, ma già dalle 21 il pubblico urla il nome di Jesto, impaziente come i bambini che vogliono scartare i regali il giorno di Natale. Verso l’ora programmata entra in scena Taiyo Yamanouchi, conosciuto anche come Hyst.